Come sostenere il progetto “COME A CASA CON MAMMA E PAPA’”

Per sostenere il progetto assieme a noi acquista anche tu il tonno nella confezione di 3 lattine da 80 gr. Lo troverai personalizzato sugli scaffali dei supermercati della Calabria. Con questo acquisto aiuterai anche tu i bambini malati di cancro e le loro famiglie a vivere questa difficile esperienza più vicino ai loro parenti ed ai loro amici.

Il tonno Callipo sarà ancora più buono! 

ll link all'articolo dell'Associazione 30 Ore per la vita: http://www.trentaore.org/pageID/180/itemID/784/Come_a_Casa_con_mamma_e_pap.html

 

6 ottobre 2014 - CONFERENZA STAMPA

Si è tenuta  il 6 ottobre la conferenza stampa per la presentazione del progetto sul reparto di onco-ematologia pediatrico della Calabria, dal titolo "Come a casa con mamma e papà". Alla conferenza, tenutasi presso la sala della Biblioteca dell'Azienda ospedaliera dell'Annunziata di Cosenza, sono intervenuti: Franco De Maria, direttore dell’Associazione Gianmarco De Maria; William Auteri, Direttore Generale ff dell'AO dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza; Domenico Sperlì, Direttore Dipartimento Materno - Infantile SS. Annunziata; Pippo Callipo, Presidente dell’Azienda Giacinto Callipo Conserve Alimentari S.p.A.; Giacomo “Jack” Sintini, Palleggiatore della Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e Andrea Enea, Responsabile rapporti istituzionali di Trenta Ore per la Vita. Ha moderato gli interventi la giornalista Annalisa Orlando. Franco De Maria ha dichiarato che qualche anno fa, all’inizio delle attività dell’Associazione in Pediatria, alcuni volontari si trovarono a discutere con i bambini, ospiti del reparto, su come dovesse essere, secondo loro, l’ospedale. “Le risposte – spiega Franco De Maria - furono tante, e di tale rilevanza, che abbiamo deciso di impegnarci per realizzarle tutte. Alcune delle risposte furono: “L’Ospedale secondo noi è… colorato”. Così ogni stanza del reparto ha assunto un colore diverso. C’è la stanza azzurra, quella rosa, quella gialla e così via. “L’Ospedale secondo noi è… trasparente”. E le vetrate che abbiamo realizzato lo sono. “L’Ospedale secondo noi è… nel verde”. E il corridoio è diventato il Bosco dei Cento Acri di Winnie the Pooh. “L’Ospedale secondo noi è… vuoto”. Ed è anche su questo che stiamo lavorando. “L’Ospedale secondo noi è… come a casa”. Prosegue “Come a casa: con mamma e papà. L’Ospedale secondo noi”. È uno slogan che ci sta accompagnando ormai da anni. Accogliere, per noi, significa attuare ogni strategia affinché il “nostro” bambino possa sentirsi come a casa sua, con mamma e papà vicino. Ma non è solo uno slogan. È accogliere il bambino ospedalizzato perché destinatario e beneficiario di un progetto e, assieme a lui, accogliere il mondo che gli gira intorno: non solo mamma e papà, ma anche nonni, zii, cuginetti, compagni di scuola, amici, noi. L’accoglienza, l’assistenza, la prevenzione, tutto questo è l’oggetto del nostro progetto complessivo che può riassumersi così: “accogliere, sostenere e curare nel modo migliore possibile”. E fare in modo che l’ospedale resti vuoto. “Come a casa: con mamma e papà. L’Ospedale secondo noi” rappresenta la normale prosecuzione del nostro impegno. L’ambiente sociale, oggetto della nostra attività, è quello particolarmente difficile della sanità calabrese, in particolare quella ospedaliera. La scelta di operare nel Dipartimento Materno Infantile dell’ospedale di Cosenza scaturisce fondamentalmente dal desiderio di sostenere, globalmente, la famiglia del bambino ospedalizzato, particolarmente quella cui è stata diagnosticata una patologia tumorale, mettendo in essere una serie di servizi che vanno dalla presenza, accanto al piccolo, di volontari (Camici Colorati, Clown, del gruppo Con Mamma e Papà), all’accompagnamento burocratico per ottenere i benefici previsti dalle normative vigenti, all’ospitalità gratuita presso la nostra casa accoglienza La Casa di Giusy; ancora, interventi per alleviare ogni tipo di disagio sociale che la patologia inevitabilmente si porta dietro, come le difficoltà con la scuola, con il lavoro dei genitori, con il fatto, certamente non trascurabile, che la vita del bambino ospedalizzato, e quella di tutta la sua famiglia, non sarà più la stessa di prima». Il Presidente Pippo Callipo ha dichiarato “Quando i referenti dell’Associazione Gianmarco De Maria mi hanno contattato per prospettare una collaborazione da parte delle mie Aziende per la realizzazione di questo importantissimo reparto, i miei collaboratori ed io abbiamo immediatamente iniziato ad immaginare quali azioni avremmo potuto compiere per sostenerlo e finanziarlo con un fondo. La cosa più importante per noi era ed è la diffusione di  una informazione atta a far conoscere la qualità di questo progetto. Immaginare, anzi sapere tanti bambini, tanti genitori in affanno per la sfida che sono chiamati ad affrontare contro uno dei mali più terribili, ci ha spinto a realizzare una iniziativa per coinvolgere i nostri consumatori nella raccolta di questo fondo, dimostrando così che l’unione fa la forza e dando una nuova speranza ai nostri piccoli e giovani calabresi, già tanto provati. Così abbiamo realizzato una confezione di tonno che tutti i nostri consumatori potranno acquistare aiutandoci a sostenere la realizzazione di questo importantissimo reparto. Bisogna sapere – continua il Presidente Pippo Callipo – che quando un minore scopre il suo male rischia di sentirsi tarpare le ali all’improvviso, proprio in un’età in cui immagina e costruisce il suo volo autonomo nella vita. Con lui, tutta la sua famiglia vive questo stato di sofferenza e le cure che dovrebbero rappresentare una speranza, divengono un’ulteriore difficoltà, soprattutto se, a tutto ciò, si aggiunge la distanza dalla propria casa e dai propri cari. Ecco perché è importante che tutti possano curarsi bene, in un reparto sempre più idoneo alle loro esigenze e vicini ai loro familiari.” Conclude “Quest’anno abbiamo anche avuto il piacere di avere nella squadra Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, il noto palleggiatore  Giacomo “Jack” Sintini che, dopo aver vissuto una esperienza personale molto forte, ha accettato la nostra proposta di divenire testimonial delle iniziative legate a questo progetto”. Jack Sintini ha quindi dichiarato “E’ per me un immenso onore poter prendere parte ad un progetto tanto importante per la comunità del cancro qui in Calabria. Aderire all’iniziativa “Come a casa con mamma e papà” è una gioia sia come giocatore della Tonno Callipo Calabria Volley sia come Presidente dell’Associazione Giacomo Sintini. Voglio che sappiate che, nel mio piccolo, mi impegnerò al massimo affinché questa idea possa avere pieno successo. Io ho vissuto la dura esperienza della malattia sulla mia pelle e so bene quanto possa diventare determinante potersi curare nell’ambiente giusto. Credo che il nuovo reparto sarà un’inestimabile ricchezza per i calabresi e permetterà a tanti genitori di poter vegliare sui propri piccoli con maggiore forza, serenità e coraggio. Non dimentichiamo mai l’obbiettivo. Insieme possiamo vincere questo terribile avversario! Quando ero malato era importante sapere che fuori pensavano a me e che combattevano con me”. “Siamo stati ricoverati, insieme – hanno detto alcuni genitori di bimbi oncologici – perché quando si ammala un figlio è tutta la famiglia che si ammala e avere intorno un reparto di eccellenza e dei volontari a noi “dedicati” ci ha aiutato ad affrontare la parentesi così delicata. Adesso siamo noi che vogliamo sostenere il progetto che permetterà alle altre famiglie di avere un'accoglienza ospedaliera più confortevole”. Andrea Enea, responsabile  dei rapporti istituzionali dell'Associazione Trenta Ore per la Vita, ha sostenuto con forza l'importanza del portare avanti la raccolta fondi che, insieme all'Associazione Gianmarco De Maria e l'Azienda ospedaliera di Cosenza, riuscirà a rispondere ad un'esigenza fondamentale per le famiglie. “Abbiamo scelto con grande convinzione l'idea di sostenere l'oncoloematologia pediatrica a Cosenza – ha detto – è un passo in avanti nell'eccellenza per tutta la regione Calabria ed è essenziale diffondere questo messaggio”. Ha chiuso la serata la dott. Nella Fagiani, responsabile della Comunicazione AO Cosenza. “Sono orgogliosa di essere calabrese in questo momento, orgogliosa di vedere quanto amore e quanta passione si muove intorno a progetti così vicini alle nostre famiglie. Di certo sarà fondamentale camminare insieme per realizzare al più presto quanto ci siamo proposti”.

 

6 aprile 2014 - PARTITA DELLA VOLLEY TONNO CALLIPO CALABRIA, V. VALENTIA

Il 6 aprile il Pala Valentia ha trasmesso l'ennesimo messaggio positivo. Un messaggio di forte e pregnante solidarietà grazie all'iniziativa promossa dalla Volley Tonno Callipo Calabria insieme ai referenti del progetto "Come a Casa con Mamma e Papà". Momenti davvero particolari e immagini che rimarranno indelebili. La maglietta bianca con la raffigurazione dei loghi degli attori promotori del progetto. L'associazione 30 Ore per la Vita, l'Associazione di Cosenza "Gianmarco De Maria", l'azienda ospedaliera di Cosenza, la FIAGOP (Federazione Italiana Associazione Genitori Oncoematologia Pediatrica Onlus) insieme all'azienda Conserve Alimentari "Giacinto Callipo" e alla Volley Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. L'Unione fa la Squadra e insieme si possono mettere in campo azioni concrete con l'obiettivo di rendere migliore la vita dei bambini e degli adolescenti malati di tumore. Tutti insieme per dare loro la possibilità di vivere la propria malattia nel miglior modo possibile facendoli sentire a casa all'interno delle mura di un ospedale. Il presidente Pippo Callipo ha esposto ieri nel pre-partita del match con Cuneo le ragioni del proprio sostegno a tale nobile iniziativa. Sono state comunicate, peraltro, le modalità di sostegno dell'iniziativa con la possibilità di inviare un piccolo contributo di 2 euro via SMS al numero 45508 o con telefonata fissa TELETU- TWT o da 5,00 a 10,00 euro da rete fissa. L'obiettivo del progetto è la ristrutturazione del nuovo reparto di Pediatria e Onco-Ematologia pediatrica nel presidio ospedaliero della SS Annunziata di Cosenza.

Speciale numero monografico

SEGUICI SU

Contatti

Scrivici all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Informativa Privacy | Informativa Cookie


Graphic by

Torna SU